"La sapienza è figlia dell'esperienza" - Leonardo Da Vinci
www.iisroncalli.edu.it

Giorno della memoria 27 gennaio 2019

Con la presente desidero richiamare l’attenzione sul Giorno della Memoria - 27 gennaio – data che, com’è noto, è stata individuata a livello internazionale al fine di commemorare le vittime del nazismo, dell’Olocausto e di chi, a rischio della propria vita, ha protetto i perseguitati, con l’intento di non dimenticare la tragedia della Shoah, dello sterminio del popolo ebraico.

Visto che il tema del razzismo, dell’intolleranza razziale, e non solo razziale, che ha portato al genocidio durante la seconda guerra mondiale e anche in epoche recenti, è purtroppo di attualità e non può non essere argomento di discussione nelle classi, a partire dal primo biennio, invito i docenti a farne, in occasione del Giorno della Memoria, oggetto di confronto, analisi, approfondimento e discussione, e a partecipare e a far partecipare con convinzione le studentesse e gli studenti alle iniziative in programma, sia nella nostra scuola, rivolte a tutte le classi, sia alle iniziative promosse dall’Ente Locale di riferimento e dalle associazioni del territorio.

Nel presente a.s. abbiamo aderito al progetto della Regione Toscana “Viaggio della Memoria”, grazie al quale una quarantina di nostri studenti ha seguito un percorso di formazione e una delegazione di dieci studenti ha partecipato dal 20 al 24 gennaio u.s. con il treno della memoria al viaggio nei campi di concentramento di Auschwitz-Birkenau e al rientro farà dell’esperienza compiuta l’oggetto di un momento di condivisione, riflessione e approfondimento a livello di comunità scolastica e di comunità territoriale.

È opportuno promuovere una forte consapevolezza tra le studentesse e gli studenti che, sappia andare oltre l’evento in sé del giorno della memoria, tale da saper leggere il presente con gli occhi della Storia e della memoria. Potranno favorire tale processo la progettualità, a partire dall’azione sull’area strategica del PTOF, “educazione alla cittadinanza partecipata” e dalle opportunità formative fornite dal curricolo a livello di discipline e aree disciplinari, oltre alle occasioni di confronto e di approfondimento a partire dall’attualità.

È richiesto un impegno collettivo come persone di scuola per caricare di senso e di significato il

Giorno della Memoria facendo dello studio della Storia un mezzo potente per capire meglio il presente e della necessità di non dimenticare ciò che è stato uno strumento efficace per rendere gli studenti sempre più capaci di distinguere il bene dal male.

Il Dirigente Scolastico
Prof. Gabriele marini

Circ. 214 - Giorno della memoria.pdf

Questo sito utilizza cookie che ci aiutano a fornire i nostri servizi.

Continuando la navigazione accetti il nostro utilizzo dei cookie. Inoltre puoi cancellare o bloccare tutti i cookie provenienti dal nostro sito utilizzando le opzioni del tuo browser.